Free sexs chats with men south africa


25-Nov-2017 20:01

Non si tratta delle temperature ottimali, ma semplicemente delle temperature appena sufficienti per la germinazione.

Da 4°C: aglio, cipolle, fave, lupino, pastinaca, piselli (nano e rampicante), scalogno, spinaci e valeriana.

A seconda del tipo di seme, si potrà pacciamare con dello sfalcio per proteggere il seme dalle intemperie e dagli uccelli.

Si potrà lasciare il seme sulla superficie del suolo, oppure interrarlo leggermente con una seminatrice.: il tratto distintivo del metodo Fukuoka.

Si può trapiantare: aglio e cipolla (seconda metà del mese per entrambi), fragola.

bietola, borragine, camomilla, carota, cavolfiore, broccoli, cavolo cappuccio e verza, cavolini di bruxelles, cardo, carciofo, ceci, cetrioli, cicoria, cipolla, fagioli (nano e rampicante), girasoli, insalata da taglio, lattuga, melone, patate, piselli, pomodori, porro, prezzemolo, quinoa, radicchio, rapa, ravanelli, spinaci, timo, zucca e zucchine.

Le potrete trovare al link a fondo pagina.: la semina più naturale e semplice che ci sia.

Il quando si di questa pagina è basato sul clima tipico del Nord Italia, caratterizzato da inverni lunghi e molto freddi e da estati calde, abbastanza umide ma poco piovose come abbiamo qui in Piemonte (zona climatica 8).Da 6°C: amaranto, barbabietola, bieta da orto, bietola, broccoli, carciofi, carota, cavoletti di brussels, cavolo cappuccio e verza, cavolo riccio, cavolfiore, cicoria, cima di rapa, coriandolo, finocchi, indivia, lattuga, menta, patata, porro, prezzemolo, rafano, rape, ravanello, roscano (barba di frate), rutabaga, salvia, scorzobianca, scorzonera, sedano, sedano rapa.Da 10°C: calendula, cece, erba cipollina, mais, mais dolce, pomodoro, scarola.: sullo schema della tradizione biointensiva francese, sono stati creati dei "triangoli per la semina" di dimensioni differenti, per ottimizzare lo spazio (più piantine nella stessa metratura rispetto ad una semina a file) e calibrare la distanza per realizzare una sorta di pacciamatura verde naturale.

Le distanze giuste sono differenti in relazione ai diversi ortaggi e sono state elaborate da John Jeavons.D'altra parte l'indicatore più preciso rimane la temperatura.